Venerdì, 02 Agosto 2013 15:54

L'assassino degli scacchi

TRAMA:
L’uomo che ascoltava le confidenze del cielo – Il racconto di come Talete ha misurato l’altezza di una piramide. Un’applicazione di geometria euclidea, semplice ma di grande effetto.
A ruote libere – La futura ingegnere Claude ha l’occasione di dimostrare la propria bravura: deve riscattare l’eredità che spetta al padre, facendo funzionare una delle invenzioni del defunto zio, apparentemente impossibili e inutili. La geometria analitica le verrà in aiuto e le permetterà di far funzionare l’ortocipede, una bicicletta con le ruote quadrate.
La prigione verde – Esiste un metodo matematico per uscire da un labirinto? La risposta ci viene fornita da un ladro, che deve fuggire ai suoi complici.
L’assassino degli scacchi – Il grande campione di scacchi Viniyarin uccide un giovane che lo ha battuto con una tattica di gioco sorprendente. Poi si costituisce. Il commissario non è convinto e, in qualche modo, trova il vero movente dell’assassinio. Un’applicazione della teoria dei grafi.
Il muro dei 100 metri – Le successioni matematiche ci insegnano che non si può andare avanti all’infinito a battere il record dei 100 metri.
La strana storia di un padrone del tempo – I numeri razionali possono insegnarci a misurare delle frazioni di secondo con un orologio che misura solo i secondi, ma gli irrazionali sono la maggior parte nella realtà: irrazionali sono le durate delle orbite dei pianeti, ad esempio.
Il gioco delle tre carte – Dove si nasconde l’asso? Un modo alternativo di scommettere a questo gioco è offerto dalla matematica, giocando con la probabilità.
Sei lettere – Viene presentato simpaticamente il quesito di una «scimmia dattilografa», proposto dal grande matematico francese Émile Borel.
Danza segreta – Un’applicazione della legge di Benford, valido aiuto per smascherare truffe contabili. Questo racconto dimostra che non è semplice simulare il caso.
Blitzkrieg su algoritmo – Un algoritmo per trovare una sequenza casuale di numeri… e vincere una guerra. Purtroppo, bisogna scegliere con attenzione anche gli algoritmi. Non è una scelta semplice, se si considera che le ricerche al riguardo proseguono ancora oggi.
La dea Logica – A volte la matematica può salvare la vita. La storia è l’adattamento di un problema posto dal matematico Todd Ebert nel 1998.
 
“Se un buon servitore si riconosce dalla capacità di essere così discreto da far passare inosservata la propria presenza, allora la matematica è tra i migliori servitori della nostra civiltà.”
 
COMMENTO:
Ogni racconto è seguito da un’appendice, che illustra nel dettaglio le teorie matematiche presentate nel racconto. Le appendici sono un invito ad approfondire, piccole spiegazioni accessibili a tutti. E la caratteristica principale del libro è proprio nella sua accessibilità: i racconti sono simpatici e piacevoli, gli spunti matematici offerti semplici ma non banali. Inoltre, i racconti ci dimostrano ciò che ci viene raccontato all’inizio del libro: la matematica è ovunque.

Informazioni aggiuntive

  • Autori: Rittaud Benoît
Letto 3795 volte Ultima modifica il Martedì, 06 Agosto 2013 07:35

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

© 2020 Amolamatematica di Daniela Molinari - Concept & Design AVX Srl
Note Legali e Informativa sulla privacy